Donne senza gonne

Siamo le donne senza le gonne,
facciamo l'uomo disperar:
l'uomo egoista, porco e schiavista
vuole per forza comandar.
È lui che ci ha i calzoni,
è lui che ci ha i coglioni;
chi se ne frega, facciam la lega
e il maschio sconfiggiam!
Poi, quando lui vuol far l'amore,
lo respingiamo con ardore:
noi di Minerva le seguaci siam,
per la famiglia più non ci battiam;
per conquistar l'egemonia
non siam disposte a darla via,
e da Galeno più non andiam
a farci visitar!
Col grembiulino, col mestolino noi lo faremo cucinar,
lavare i piatti, rifare i letti, ed il salotto spolverar;
ed alla sera in casa, per fare quella cosa,
con gran piacere questo sedere gli farem sospirar!
Noi non vogliamo la pannocchia, noi siamo dell'altra parrocchia:
siam femministe per l'eternità, l'uomo è soltanto una futilità;
al posto dell'uomo del cuore, ora ci abbiamo il vibratore:
ed un bottone basta pigiar per farci sollazzar!
Siam femministe, dure, razziste, a noi ci piace contestar!
L'uomo di paglia, sporca canaglia, noi lo vogliamo strapazzar;
e se lui farà il duro, un chicco di cianuro:
e lo ammazziamo, poi lo spogliamo, e a pezzi lo facciam!
Noi non vogliamo...

Tratto dalla raccolta di document.write('href="mailto:favero@bismart.com">Favero</a>') consultabile interamente premendo qui